FRIGENTO E LE SUE LEGGENDE

In sommità di un grande colle in provincia di Avellino si trova Frigento. In questo splendido luogo di pace e serenità, si narrano leggende di fantasmi, diavoli e tesori nascosti.

frigento
STRADA PROVINCIALE CHE DA STURZO CONDUCE A FRIGENTO

In sommità di un grande colle in provincia di Avellino si trova Frigento, un comune con poco meno di tremilanovecento abitanti.
Grazie alla sua posizione geografica Frigento, divenne un luogo strategico di difesa durante gli assedi dei Longobardi.
In questo splendido luogo di pace e serenità, si narra la leggenda che di notte sulla strada provinciale che da Sturzo conduce a Frigento, appare lo spettro di un uomo altro più di due metri, coperto da un sudario bianco. L’apparizione, sempre secondo la leggenda, è accompagnata da strani rumori, sembrerebbe che il fantasma cammini lungo questa strada per poi scomparire nel nulla.


PRETA RE LO PIESCO

Ma questa non è l’unica leggenda che si narra di questa località.
Preta re lo Piesco (Castello del Pesco) è quello che resta di una costruzione meridionale che si trova ai piedi di una imponente roccia.
In tempi remoti era un abbazia-fortezza, con una torre di controllo creata probabilmente per osservare i confini. Sopra i ruderi, si trova una bellissima statua di San Michele che estrae la spada, si ritiene che questa statua fosse conservata nella vecchia Chiesa di San Michele a lo Piesco.
Non si conosce l’esatto anno della costruzione di questa fortezza, ma viene citata per la prima volta in un documento datato 1075, dove si fa riferimento a un monastero beneventano di Santa Sofia voluto da Roberto il Guiscardo.
Non è difficile immaginare, che alcune persone possano credere che questo luogo sia popolato da spettri e da diavoli.
Di notte con la sola luce della luna, sembra si scorgano figure misteriose che attraversano le pareti della roccia, c’è anche chi crede che i briganti che hanno popolato questo luogo tra il 1850 e il 1870 abbiano nascosto dei ricchi tesori che sono ancora custoditi in questo misterioso luogo.

 

STATUA DI SAN MICHELE

 

 

 

Seguiteci anche su Facebook: Fantasmi leggende e misteri di Napoli e Campania

Fonte immagini: Internet