I FANTASMI DELLA TORRE DI PATRIA

La Torre di Patria si trova a Castelvolturno, molte leggende aleggiano su questa struttura, scopriamole insieme.

TORRE DI PATRIA

PATRIA” / SCIPIONE L’AFRICANO SULLA PORTA DELLA SUA / VILLA CHE IN QUELL’EPOCA IN QUESTI PRESSI ERESSE ALLORCHE’ / FU ESULE DI ROMA, INCISE IL FAMOSO VERSO. / “INGRATA PATRIA, NEQUIDEM OSSA MEA HABET” / E POICHE’ COL TEMPO LOGORANDOSI LE LEGGENDA RIMASE LA / SOLA PAROLA PATRIA, TUTTA QUESTA CONTRADA FU COSI’ DENOMINATA / PER RICORDO AVV. COMM. LUIGI DE ROSA / MAGGIO 1924.”

Recita una lapide di marmo collocata sulla facciata della Torre di Patria.

La Torre venne edificata nel 1421 dagli Aragonesi, secondo la leggenda, venne fabbricata con i ruderi della villa e della tomba di Scipione l’Africano. La sua costruzione serviva per la difesa della costa dalle incursioni dei Saraceni che giungevano dal mare, ma anche per il controllo delle rotte di contrabbando.

La sua funzione, era di raccogliere in caso di pericolo i segnali luminosi o di fumo provenienti dalle altre torri, e di ritrasmetterli a quella successiva.

La costruzione ha la forma di una piramide tronca, costruita su tre livelli.

Il piano terra era adibito a magazzino, con una cisterna per raccogliere l’acqua piovana che proveniva dal tetto attraverso un canale cunicolo. Il primo piano ad alloggio e il terzo piano come batteria, mentre in alto vicino alle caditoie erano conservate le armi.

Molte leggende aleggiano su questa struttura, sembrerebbe che intorno alla Torre apparirebbe un uomo vestito di rosso che all’improvviso scomparirebbe nel nulla, ma non è l’unico fantasma che si aggirerebbe nei dintorni della Torre.

Di notte, è facile imbattersi in una bellissima dama vestita con abiti d’ altri tempi, che passeggia senza sosta, quando qualcuno prova parlarle scomparirebbe nel nulla…ma non solo, è possibile udire il pianto di un bambino, oltre che vedere strane luci ed ombre.

Un contadino, racconta che anni fa nei paraggi della Torre notò sopra un albero un nido, preso dalla curiosità si volle arrampicare sopra l’albero, ma essendo marcio si spacco in due facendolo cadere al suolo. Una volta a terra il contadino noto da dietro ad un albero spuntare una luce gialla, come un bagliore, che assunse la forma di un corpo, la figura si mosse per qualche secondo per poi svanire.

Attualmente la Torre di Patria è una tenuta che organizza feste e matrimoni, se non si tiene conto di tutte queste leggende, è un luogo ideale per festeggiare un avvenimento importante.

TORRE DI PATRIA

 

 

Seguiteci anche su Facebook: Fantasmi leggende e misteri di Napoli e Campania

Fonte immagini: Internet